Informiamoci con stile

I migliori documentari per conoscere la natura che ci circonda

Secondo un recente studio pubblicato su Annals of Botany della Oxford University Press, guardare i documentari sulla natura non solo rende le persone più consapevoli, ma anche più interessate all’argomento che viene trattato. Sembra banale, ma questa capacità di sensibilizzazione è un potere incredibile.

I documentari, creando un legame empatico con l’osservatore, possono portare a grandi cambiamenti nel comportamento e negli stili di vita dello stesso. Diventando strumenti per la conservazione della natura, la lotta all’inquinamento, alla riduzione degli sprechi ecc.

Emblematico fu il caso Blackfish, un film documentario indipendente che criticava il trattamento delle orche in cattività. Dopo solo pochi anni dall’anteprima nel 2013 le visite a SeaWorld sono diminuite, i principali sponsor aziendali hanno ritirato il loro sostegno e gli artisti hanno cancellato le apparizioni.

Il nostro pianeta è in costante mutamento, e i cambiamenti climatici, la deforestazione e la perdita di biodiversità sono tra le sfide più urgenti che l’umanità deve affrontare. Per sensibilizzare il pubblico su questi temi cruciali, numerosi documentaristi hanno creato opere straordinarie che esplorano le cause e gli effetti di tali problemi.

Ve ne suggeriamo alcune:

1. “David Attenborough: Una vita sul nostro pianeta” (David Attenborough: A Life on Our Planet , 2020)

Prodotto da Silverbacks films e Wwf, il documentario funge da “testimonianza“: narra insieme al protagonista la vita del grande divulgatore britannico seguendo le principali tappe della sua vita in contemporanea ai grandi cambiamenti che la natura ha attraversato in questi ultimi decenni. David Attenborough condivide in prima persona la sua preoccupazione per lo stato attuale del pianeta fornendo però quelle che potrebbero essere le soluzioni e le sue speranze per il futuro.

2. “Prima del diluvio” (Before the Flood, 2016)

Il film documentario del 2016 di National Geographic è stato diretto da Fisher Stevens, prodotto da Di Caprio e Martin Scorsese. Si tratta di un avvincente resoconto dei drammatici eventi che si stanno verificando nel mondo a causa dei cambiamenti climatici. Il film segue Di Caprio mentre viaggia in giro per il mondo parlando a scienziati, leader mondiali, attivisti e residenti locali per acquisire una comprensione più profonda del problema e studiare le soluzioni concrete per la sfida ambientale più pressante del nostro tempo. “Siamo davvero in una corsa contro il tempo”, sono le parole dette da Barak Obama.

3. “Il nostro pianeta” (Our Planet, prima stagione 2019 – seconda stagione 2023)

Questa serie documentaristica della BBC, narrata da Sir David Attenborough, è uno sguardo straordinario e toccante alla bellezza naturale del nostro pianeta. Mentre celebra la diversità della vita sulla Terra, pone l’accento sulla necessità di proteggere e conservare le specie e gli ecosistemi minacciati. Nella seconda stagione si pone l’accento sui movimenti migratori degli animali e delle sfide presenti lungo il cammino, facendo emergere l’impatto devastante dell’azione dell’uomo lungo queste rotte planetarie.

4. “Chasing Coral” (2017)

In questo documentario il giovane regista Jeff Orlowski segue una squadra di ricercatori e subacquei mentre cercano di documentare la rapida perdita di barriere coralline in tutto il mondo. Attraverso straordinarie immagini subacquee, il film mostra gli effetti devastanti del riscaldamento globale sugli ecosistemi marini. Questi cambiamenti sono estremamente veloci, l’azione dell’uomo deve essere repentina se vuole salvare una delle 7 meraviglie del mondo. Le ricerche infatti indicano il 2030 come data della sparizione di circa il 90% dei coralli in tutto il mondo.

5. “Blackfish” (2013)

“Blackfish” è un documentario del 2013 diretto da Gabriela Cowperthwaite. Il film esplora la controversa pratica del mantenimento di orche in cattività, concentrando la sua attenzione su Tilikum, una orca coinvolta in diverse incidenti mortali in parchi acquatici. Attraverso testimonianze di ex addestratori e esperti, il documentario racconta la natura di queste splendide creature marine e il modo in cui vengono trattenute in cattività, l’intero documentario è rivolto al pubblico che frequenta questi parchi, denunciando contro i maltrattamenti che questi mammiferi marini subiscono dall’industria dell’intrattenimento.

6. “Virunga” (2014)

Il film si concentra sul Parco Nazionale di Virunga nella Repubblica Democratica del Congo, noto per la sua ricca biodiversità e il rifugio degli ultimi gorilla di montagna. Il documentario segue gli sforzi degli eroici ranger del parco nel proteggere la fauna selvatica minacciata, mentre affrontano sfide ambientali, politiche e la minaccia costante di gruppi armati. Al centro della narrazione c’è anche la lotta per risorse come il petrolio, che minaccia l’ecosistema fragile della regione. “Virunga” mescola momenti di tensione, bellezza naturalistica e impegno sociale, offrendo uno sguardo potente e commovente sui conflitti tra conservazione, interessi economici e la vita selvatica africana.

7. “Cowspiracy” (2014)

Cowspiracy” è un documentario del 2014 diretto da Kip Andersen e Keegan Kuhn. Il film esplora l’impatto dell’industria dell’allevamento animale sull’ambiente, concentrandosi sulla deforestazione, l’inquinamento idrico e le emissioni di gas serra. Attraverso interviste e analisi dei dati, il documentario solleva preoccupazioni sulla sostenibilità dell’allevamento di bestiame e suggerisce che la produzione di carne contribuisca in modo significativo ai problemi ambientali globali. “Cowspiracy” ha suscitato dibattiti sulle scelte dietetiche sostenibili e ha sollevato questioni cruciali riguardo alla connessione tra il consumo di carne e i problemi ambientali.

Non resta altro da fare che accendere gli schermi e goderci lo spettacolo, osservando le meraviglie che ci sono sul pianeta terra e che, se non faremo nulla, perderemo per sempre.